Obiettivo quota 100! Ma non parliamo di pensioni, no. E, anzi, lui vorrebbe anche superarla quella quota, per offrire un super servizio ai tavoli dell’IPO, Italian Poker Open da 1 milione di euro garantito in programma dal 5 all’11 gennaio 2022 presso la Giochi del Titano di San Marino. “Lui” è Alessandro Galietta, floorman e addetto ai lavori del poker live che lavora con PkLive360 ed Euro Rounders e che collabora con la Gt Poker room di San Marino per i grossi eventi. E sarà sempre lui a coordinare la forza lavoro al tavolo da gioco per il super evento che si preannuncia anche un grande impegno lavorativo per tutti: “Sarà un evento grandissimo e per questo, in effetti, vorrei arrivare a quota 100 dealers e anche superarli, se possibile – esordisce Galietta – e come floorman vorrei averne il doppio del solito, una decina più lo staff che curerà il cash game. Anche in quest’ultima sala lo staff sarà più importante del solito a livello qualitativo e quantitativo”. 

RISERVA QUI IL TUO POSTO A IPO SAN MARINO!

Un esercito per Galietta agli ordini, comunque, del tournament director Giampaolo Cappiello: “Certamente, con Cappiello ormai siamo sempre di più in sintonia. Ogni evento in cui lavoriamo insieme cresce il rapporto tra noi due. E amo confrontarmi con lui anche perché, pur essendo in disaccordo su alcuni punti, lo scambio è sempre interessantissimo ma soprattutto ci fa crescere, è formativo”. 

Oltre alle truppe anche il “campo di battaglia” sarà diverso, più all’altezza: “Assolutamente sì, avere nuovi spazi, più ampi più grandi, ci aiuterà a superare le criticità di lavorare in spazi più ridotti e poco comodi. Sia al torneo che al cash game dove avremo una sala dedicata, la vecchia poker room, con oltre 20 tavoli a disposizione. L’area tournament sarà pur temporanea ma sarà comodissima e funzionale. Anche esteticamente sarà nello stile della Giochi del Titano come ha assicurato il direttore generale Salvatore Caronia”. 

E non è finita qui: “Intanto ricordiamo che non c’è necessità di green pass per i giocatori e in più verrà resa ancora più fruibile anche l’area delle registrazioni e delle casse per i tornei visto che la Giochi del Titano metterà ancora più risorse umane in questi servizi”. 

Quali difficoltà ci saranno per un evento del genere? “La criticità è proprio sui dealer – spiega Galietta – dopo il Covid-19 in molti hanno cambiato lavoro, mestiere o non sono più disponibili. In Italia ancora si tratta di una professione cui manca stabilità e molti professionisti dopo il lungo lockdown per il poker live hanno deciso di trovare da mangiare in altri settori. Ed è comprensibile. Tuttavia allestiremo uno staff molto importante e tra i floorman ci saranno dei colleghi validissimi”. Sui nomi ancora un po’ di riserbo, si attende l’ufficialità. “Poi ne riparleremo con grande piacere!”, assicura Galietta che, intanto lavora in un importante 75mila euro garantiti a Salerno, una settimana molto intensa per lui. “Anche il poker live va avanti, le sale hanno ripreso a lavorare e trovare dealer è sempre più complesso”, prosegue. 

C’è un po’ di emozione per questo super IPO da 1 milione? “Sì, certo, ma l’esperienza non manca e dovremo subito pensare a lavorare al meglio e mettere da parte le emozioni. Ho già gestito field da 2-3mila iscritti e anche se avrò tante responsabilità sono motivatissimo”. Sarà un trionfo, non abbiamo dubbi. 

Share This