“Il bilancio di IPO San Marino è estremamente positivo. Il periodo del lockdown è stato durissimo per tutti, anche per il poker live. Ma questo evento è la luce, ha fatto numeri importanti superando ampiamente il garantito grazie al lavoro di tutto lo staff del torneo e alla Giochi del Titano Spa che c’ha dato l’opportunità di giocare in questa location che è una sala attrezzata ed elegante. Adesso sotto con i nuovi progetti partendo da IPO San Marino a ottobre e poi con le novità per il 2021 alle quali stiamo lavorando”. Non sveliamo tutto nelle prime righe dell’intervista ad Andrea Rocci, ceo di PkLive360.net e di IPO, realizzata nelle fase conclusive dell’evento di San Marino, il primo dopo il durissimo lockdown, che ha superato di 48mila euro il garantito di partenza da 300mila euro, grazie a 756 entries. A vincere l’ottimo Francesco Di Domenico sul field tipico di IPO tra storia e qualità. 

Un evento che, nelle premesse, era difficile da portare a casa soprattutto per il tema sicurezza: “L’intero staff sammarinese è riuscito a far rispettare le regole cui dovevamo attenerci noi e tutti i giocatori in una maniera esemplare e scrupolosa. Questo è l’esempio di come dovrebbe essere affrontato un evento di poker live in questa fase di convivenza col virus. Un grazie alla Giochi del Titano, quindi e ad EuroRounders che c’ha seguito e accompagnato in questo torneo a livello logistico e nell’accomodation. Dulcis in fundo il ringraziamento più importante va ai players che, nonostante la situazione, si sono messi in discussione e si sono assunti anche qualche rischio pur di partecipare ad IPO e questa sia credo la gratificazione massima per me e per lo staff che ha lavorato a questo evento”. 

Andrea Rocci, da player e appassionato a organizzatore, proviene da un altro settore: cosa sta imparando dal poker live e cosa sta impiantando a livello professionale e imprenditoriale nella cura di un format storico come IPO? “Provengo dal mondo della notte e dell’intrattenimento dove lavoro da 25 anni. L’organizzazione di eventi nasce quasi come hobby un anno e mezzo fa. Poi le circostanze hanno trasformato questo impegno in un lavoro primario per me. Sono consapevole di non avere l’esperienza che possano avere tante persone nel mondo del poker per organizzare un torneo ma penso che se un imprenditore sale su una macchina, e IPO è una Ferrari, anzi forse è più appropriato dire una Bugatti – ammicca Rocci alla qualità e alla storia del format – deve avere l’intelligenza di capire come funziona questa macchina anche se non ha tutta l’esperienza e le conoscenze che servono. Ma se si riesce ad individuare la giusta squadra, lo staff valido, la macchina va da sola. Quindi i meriti li lascio allo staff attuale di IPO. Sappiamo che storia grandiosa ha questo torneo. Poi, dopo la chiusura del casinò di Campione d’Italia, si è avuta la necessità di fare un salto e di andare in giro per l’Europa. Questo è stato ed è un passo complicato e difficile da compiere ma i numeri di Sanremo, Nova Gorica e le tante tappe di San Marino, dimostrano che questo salto è stato fatto in maniera decisa e nella maniera più corretta possibile. 

Se uno ha un progetto nella testa e lo sa portare avanti non deve badare a quello che può dire e pensare la gente. Chi parla, chi ha diritto di parola, chi ha la voce per parlare, vuol dire che ha tanto tempo a disposizione per farlo. Io non ho tempo perché mettere in moto la macchina IPO è complicatissimo. Quindi non mi perdo dietro alle parole e ai commenti e lascio tutto questo agli altri”.

Quali sono i progetti futuri, nei prossimi mesi e nel 2021? “Per il futuro prossimo abbiamo appena concluso un deal con la Giochi del Titano e ripeteremo IPO qui a San Marino alzando il livello a 500mila euro. Si giocherà nella prima quindicina di ottobre e, a brevissimo sui nostri canali IPO Events e PkLive360.net, tutte le info e le date. 

Per il 2021 il progetto si evolve anche se IPO rimarrà nella tappa di gennaio e in quella di Sanremo che è una tappa importantissima e che tanti ricordano. Il nuovo format è l’Epo, European Poker Open e sarà un progetto molto importante che si svilupperà su più tappe e che verrà svolto in un casinò europeo. Verrà prodotto dalla famiglia IPO, PkLive360.net e avrà un main sponsor, un’importantissima room online che accompagnerà questo evento dalle origini al suo sviluppo.  Avrà  caratteristiche strutturali tecniche particolari e un plus che i giocatori ameranno e che hanno come sogno da sempre. E’ anche il mio di sogno, da player, ma di più non posso rivelare! Tra ottobre e novembre si alzerà il velo sul progetto e poi potrebbe prendere il via”. 

Qual è la vera magia di IPO vista da Andrea Rocci che l’ha giocato e ora lo organizza? “IPO da 10 anni ad oggi, ha avuto una crescita esponenziale e ha un wall of fame di vincitori che lo seguono ovunque, da Campione d’Italia a San Marino fino a Sanremo e Nova Gorica. E sono convinto che lo seguirebbero anche in una nuova location europea sulla quale stiamo lavorando e che potrebbe essere annunciata nel medio periodo. Ecco, penso che l’affetto che questi giocatori e tutti quelli che lo amano e che sono andati itm anche solo una volta, hanno per questo evento, ci fa capire quale sia la vera magia di IPO”, ha concluso Rocci. 

Share This