Player, dealer, floorman, e anche commentator. Filippo Antani Giorgi a Campione d’Italia si era evoluto nel mondo del poker al quale appartiene e del quale è ormai parte dagli albori del movimento italiano. Qualche settimana fa, Andrea Rocci e il management di Ems, l’organizzazione che sta per proporre due IPO ricchissimi tra i 500mila euro garantiti di Nova Gorica (12-17 marzo) e il milione garantito di Sanremo , l’ha convocato per entrare nel gruppo di comunicazione del torneo più importante d’Italia. 

Ecco, cosa è scattato dentro di te quando hai ricevuto la chiamata in questione? Qual è stato il primo pensiero che ti è passato per la testa?”Beh che dire, la chiamata di Ems è arrivata in un momento in cui ero alla ricerca di nuove sfide. L’ IPO è come il primo amore non si scorda mai fino in fondo, non era davvero possibile dire di no”.

Quanti IPO hai giocato, diretto o c’hai lavorato come staff? “Onestamente ho perso il conto, dovrebbero essere una dozzina, nei primi da dealer poi da floorman poi come commentatore e regista”.

In queste nuove edizioni lavorerai per la comunicazione: cos’è cambiato da quando avevi sospeso la tua “storia” con IPO  e cosa pensi possa funzionare maggiormente per far vivere il torneo in maniera completa ai players? “Ho chiuso la mia collaborazione con IPO nel 2017 quando decisi di assecondare il mio disegno di nuovi stimoli ed accettai la “corte” del Casinò di Lugano. E ne approfitto per ringraziare i miei ex colleghi e collaboratori ma soprattutto la dirigenza del Casinò per i meravigliosi 2 anni e mezzo di collaborazione. Cosa è cambiato dal mio ultimo IPO? Beh, non avrò la mia regia  e la mia postazione, ma questo non vuol dire che sia un male assoluto”. 

Qual è il ricordo più bello e quale quello più brutto? “Eh di ricordi ne avrei per scrivere un colossal ma, se devo fare una scelta, partirei dal più brutto. IPO24, pausa cena del day, sul grande schermo Juventus – Real Madrid, finì 1 a 3 e fu veramente brutto, fu veramente orribile vedere la partita senza nemmeno uno juventino in sala – se la ride Antani – i ricordi belli son davvero molti molti di più. Mille aneddoti vissuti in quella regia, tanti legati alla Antolini e ad ogni scherzo che le facevo. Se devo sceglierne uno, direi quando in ritardo per una diretta, Michela, mi inviò un messaggio vocale dove era totalmente fuori di testa per non riuscire a trovare parcheggio al Casinò aveva pure ‘sfanculato’ un parcheggiatore. Al suo arrivo trovò lo stesso vocale (che mai avrebbe voluto uscisse dal mio telefono) montato su un suo video e mandato come sigla della diretta. La prese bene dai”. Ricordiamo il tilt!

C’è un giocatore cui sei particolarmente affezionato e di cui conservi un bel ricordo? E uno che invece detesti? “Sono affezionato a tutti quelli che al tv table danno spettacolo e non fanno annoiare le persone a casa facilitando e di molto il nostro lavoro. Detestare… nessuno in particolare ma, al tavolo televisivo, ne abbiamo avuti di giocatori con cognomi inpronunciabili e che hanno regalato al sottoscritto innumerevoli figure barbine. Comunque a parte tutto, siamo pronti, siamo carichi già da IPO Nova Gorica saremo operativi con una comunicazione diversa con tante novità, è proprio il caso di dirlo: niente sarà più come prima”, conclude Filippo.                  

Share This