Solo mascherina, niente green pass, pagamenti cash dei premi e caffè e soft drinks gratis per i players. Sono le cose più importanti da sapere per i tantissimi players italiani ed europei che voleranno in Liechtenstein per giocare la prima tappa dell’Italian Poker Open in questa location. 

E’ stato il poker manager Yalcin Dündar a illustrare a PkLive360 alcune informazioni utili per chiarire i dubbi che molti players avevano alla viglia del torneo che dal primo al sette settembre mette in palio 500mila franchi svizzeri garantiti per un buy in di 600 Chf. “Innanzitutto c’è grande emozione per questo primo torneo di poker live con un garantito così importante che organizziamo nella nostra poker room – ha spiegato il poker manager – per noi è un onore ricevere un evento che ha toccato le principali location di gioco d’Europa, da Campione d’Italia a Sanremo fino a San Marino e Nova Gorica”. 

Qui il link per registrarsi all’evento e avere il seat garantito!

Dündar spiega la filosofia della room del Grand Casino in cui opera: “Il nostro motto “più di un semplice casinò” viene riproposto anche nella nostra area poker. Il confort dei nostri giocatori è la nostra massima priorità ed è per questo che offriamo un ambiente piacevole con un buffet giornaliero per i nostri giocatori e bevande analcoliche gratuite”. 

E dopo la prova IPO ci saranno in programma anche altri format: “A breve annunceremo altri eventi importanti e abbiamo grandi progetti per il futuro della casa da gioco ed è nostra ambizione diventare la poker room più grande della regione e anche una delle più grandi e migliori d’Europa. Stiamo concentrando la nostra attenzione su prestigiosi tornei di poker internazionali e lavoriamo costantemente per migliorare ed espandere la nostra offerta”. IPO battezzerà la location elevandola tra le migliori del mercato. 

Das Grand Casino Liechtenstein in Bendern am 10. Juli 2020 — FOTO & COPYRIGHT: JULIAN KONRAD 2020 —

Andando nel dettaglio delle Faq, ecco le più rilevanti.  Tutti i  tavoli CG sono provvisti di miscelatori automatici di carte per assicurare che il gioco sia il più veloce e corretto possibile. Per quanto riguarda le regole, la casa da gioco segue rigorosamente la Poker Tournament Directors Association (TDA). 

Per giocare e per vivere in generale in Liechtenstein è preferibile munirsi di franchi svizzeri. Tuttavia il cambio con l’euro è sempre possibile alla cassa e, per agevolare i players, è possibile non pagare commissioni se si compiono operazioni di cash out nella stessa giornata. Insomma non ci saranno grossi ostacoli per giocare ai tavoli. 

Una buona notizia per i players che i premi potranno essere pagati cash e, per chi preferisce, sono disponibili anche pagamenti con bonifici. A livello di tassazione a ottobre 2015 il Governo italiano ha siglato un accordo con il Governo del Principato del Liechtenstein sullo scambio di informazioni in materia fiscale: “Scopo del progetto è coadiuvare i governi nell’ottica di proteggere la base imponibile, offrendo certezza ai contribuenti e al contempo con lo scopo di evitare che la legge nazionale consenta fenomeni di doppia imposizione e restrizioni al legittimo esercizio di attività di natura transnazionale”, si legge nel trattato. Tradotto vuol dire che il Liechtenstein, che è anche un paese dello spazio economico europeo, ha lo stesso trattamento fiscale di altri paesi membri Ue in materia di tassazione di gioco. E cioè è vietata la doppia tassazione visto che i players pagano già le tasse alla fonte quando verseranno il buy in al casinò. Per informazioni più precise relativamente alla singola posizione finanziaria invitiamo i players a sentire i propri consulenti fiscali. 

Passando alle informazioni più generali ci saranno postazioni con bibite, acqua gratis e anche i caffè e i soft drinks al bar non si pagano per chi gioca. L’ingresso al casino e anche il parcheggio è gratuito. 

Non c’è bisogno di nessun green pass ma c’è solo l’obbligo della mascherina al tavolo da gioco. 

Share This