Nova Gorica – Siamo giunti all’ultimo livello per entrare e 3 alla fine della giornata che, in questo turbo di IPO Nova Gorica, è scivolata via davvero in maniera velocissima. Non a caso. Veloce ma potente visto che le entries hanno superato le 190 unità consentendo all’organizzazione Ems di coprire il montepremi garantito ma anche di tendere verso le 570.000 euro di prize pool con numeri davvero confortanti visto il contesto circostante in particolare riguardo al fitto calendario dei tornei di poker live da fine agosto (quando c’era l’IPO stesso a San Marino, ad adesso e per le prossime settimane tra Malta e Rozvadov.

Insomma tutto prosegue alla grande quando manca un livello per iscriversi e fare rientri. In gioco troviamo Alessandro De Michele, Davide Suriano (non è Zizinho ma è molto bravo lo stesso), Alessandro Minasi che ci riprova ancora, Daniele De Feo, Simone Giampaolo. Prevedello Delli Santi, Maurizio Musso, Gianluca Escobar, Antonio scalzi, Mattia Nicchetto, Luca Bartoli, Giuseppe Caridi, Riccardo Straniero, Filippo Lazzaretto, Denis Karakashi, mentre perdiamo Italo Modena al tavolo di Salvatore Giovanni Kart.

A proposito di Giannino, stavolta la mano che ci racconta ha davvero dell’incredibile: “Spillo KK e forzo oltre 7mila chips su un’apertura 2.000. Il player da mp getta una chips per callare l’action precedente e viene richiamato dal Dealer che lo obbliga a lasciare le chips o giocare chiamando il mio raise. Gioca e il flop è Q82. Io faccio check, lui fa resti diretti e io chiamo. Gira Q7. Turn 7 e river Q. Incredibile”.

 

 

Share This