Dopo un tavolo finale dominato in lungo e in largo, Umberto Calabrese cade sul più bello: l’outsider Salvatore Napolitano trionfa a San Marino contro il favore dei pronostici e si porta a casa picca e 92.831€ di prima moneta.

Un tavolo finale che ci ha tenuto compagnia da inizia sera fino a tarda notte, iniziato con la prematura eliminazione di Luca Topazio, grande protagonista di questo evento concluso in ottava piazza per 12.558€.

Poco dopo era dunque il turno di Eyal Bensimhon, altro mattatore di questo torneo, che rompeva preflop con A-Q contro il K-K di Juri Pedrini. Board liscio e fine della corsa per il forte israeliano che riscuote 16.593€.

 

In sesta piazza out Gianluca Trebbi, che aveva già chiuso sesto un IPO in quel di campione: tanto amaro in bocca per il toscano specie per quella scala foldata al river nel 3-way contro Calabrese e Pedrini. Chi ha seguito la diretta sa bene di cosa parliamo e nei prossimi giorni potremmo tornare a discutere proprio di quello spot. Rimasto dunque con 14bb, Trebbi openshova da Utg con K-9s e riceve il call di Calabrese da bb con A-Q. Board 9 high: Gianluca saluta tutti e si avvia alle casse per ritirare 22.604€.

Quinta piazza da 30.139€ per Giampiero Mapelli, sfortunatissimo in un incrocio contro il poi vincitore Napolitano: i due finiscono ai resti praticamente pari stack e Mapelli domina il suo avversario. Allo showdown è A-Q contro A-J.

Il flop recita AK7 monotone a quadri, Mapelli ha anche la dama di quadri, ma il J fiori al turn lo ghiaccia. Blank river e Giampiero uscirà la mano seguente giocando i suoi ultimi 8bb con Q-2s senza però trovare gloria.

Medaglia di legno, dal valore di 38.929€, per Juri Pedrini, che dopo un call/muck contro il cinese Yu Jiing Chun, si accorcia sensibilmente ed è costretto ad andare all-in con K-3 per 5bb. Calabrese reshova da small blind con K-Q e Napolitano si sveglia con 9-9 da bb: call!

Il board J72 A 6 premia Napolitano. I 3 left giocano ora rispettivamente per 50, 40 e 30 blinds spaccati e optano per una compressione dei primi: il payout originale viene riformulato e il gioco ne beneficia.

Bastano infatti appena 7 minuti per vedere un all-in e Call: il buon ‘Bruno’ – chi ha seguito la diretta sa bene che ci riferiamo al giocatore asiatico – le mette tutte al centro con A-Q, ma Calabrese ha A-K e lo elimina su K91034.

Si arriva così in heads-up con Calabrese in vantaggio 3:1 e Napolitano che sembra essere niente di più che la vittima sacrificale per il successo di ‘thelusor89’. Ma le carte hanno altri progetti. Si arriva a showdown alla 16° mano del testa a testa e Umberto è al 70%: A-J contro A-6.

Flop 2 5 8.

Turn… 6!

Il river 7 consegna il pot a Napolitano. Calabrese accusa il colpo e non si riprenderà più.

Da questo momento, infatti, Napolitano prende fiducia e inizia a martellare il suo avversario aprendo praticamente ATC. Sembra l’epilogo, ma Calabrese non demorde e si riporta addirittura in testa con un nice call river.

Lo spot che ribalta nuovamente gli equilibri arriva di lì a poco ed è a dir poco emblematico: apertura a 1.000.000 per Napolitano con 92, tribet a 3.100.000 per Calabrese con J4, chiama Napolitano.

Il flop recita JJ7.

Calabrese c-betta 1.900.000, Napolitano chiama.

Il turn è un 3 su cui l’action va sorprendentemente check-check.

River 2.

Calabrese punta 5.500.000, Napolitano va all-in per 15.000.000 e Umberto call/mucka. E’ la fine. Poche mani dopo Calabrese limp/shova K5 con 19x, Napolitano snappa con A10.

Il flop mostra un K faccetta che sembra invertire gli equilibri, ma subito dietro ci sono Q J. Scala nuts per Napolitano che dopo il 4 al turn non ha nemmeno bisogno di vedere il river. Calabrese è drawing dead.

“In heads up – dichiara Salvatore a fine partita – volevo vincere a tutti i costi e ci sono riuscito. Sono contentissimo ma è stata davvero una favola strana e penso si sia avverata grazie a tante situazioni fortunate che si sono incastrate. Ho perso alcuni 70-30 dove ho lasciato veramente poche chips mentre quando mi sono ritrovato nella situazione opposta ho raddoppiato sempre. Non giocavo da anni ed è davvero una bella soddisfazione! Tanto di cappello al mio avversario che ritenevo sicuramente più preparato di me”.

 

Payout Final table: 

1. Salvatore Napolitano 92.820 euro*

2. Umberto Calabrese.  83.000*

3. Yu Jing Chun             75.000*

4. Juri Pedrini 38.929

5. Giampiero Mapelli 30.139

6. Claudio Trebbi 22.604

7. Elya Bensimhon 16.593

8. Luca Topazio 12.558

 

Share This