San Marino – Siamo ancora 9 left dopo le eliminazioni di Roberto Ghidini e Carmine Cacciatore che hanno ingrossato gli stack di Vincenzo Capocelli e Andrea Benelli. Ma sale in cattedra su tutti Gabriele Patti che supera con due colpi sia Andreino che Simone Speranza, i due leader del count con Davide Pavone sugli 8 milioni e gli altri un po’ più indietro quando la media è di 6,1 milioni di chips.

A “scatenare l’inferno” è stata l’apertura di Luca Delfino 325.000 da early position. Da bottone Simone Speranza e dallo small blind Patti, iniziano a volare 3bet, 4bet all in e call. Delfino schizza via e si va: KJ Speranza, AK Patti, board liscio e Speranza scende sui 9,5 milioni dopo aver raggiunto nuovamente un Monster stack mentre Patti va a 7,8 milioni di chips.

Ma non è finita qui. Passa qualche colpo e c’è un’altra apertura utg. Stavolta è Benelli che apre standard 320.000. Patti da mp decide di 3bettare a 820.000 gettoni. Ci pensa Andreino e gioca.

Flop: 227 con due quadri, check, 720.000 Patti e ancora call Benelli. Pot impressionante.

Turn: 6 cuori e I due si regalano un free river.

River: K fiori, niente draw ma è una carta che può scatenare qualcosa. Esce puntando ora Benelli a 600.000 e c’è il raise di Patti che vuole continuare a chiudere il pot e prendersi tutto. Alla fine le mani in mezzo le mette lui visto che Benelli chiama ma mucka alla vista di AA dalla parte dell’avversario che ora va a oltre i 12 milioni di chips. Ora comanda lui e cambia tutto con Benelli che si accorcia notevolmente!

Share This