Il guerriero numero uno del Liechtenstein è un giovanissimo tedesco con gli occhi a mandorla: Kawasaki mette il turbo (ok, la battuta p banale) e vince sulle 901 entries e su un final table infinito e concluso solo dopo due mega scoppi e con l’avanzare dei livelli. Eppure il final day era partito davvero veloce con tante eliminazioni in sequenza con Kawasaki e Toska, i due tedeschi terribili, che stavano facendo i diavoli a quattro negli altri tavoli e hanno eliminato tantissimi players per poi ritrovarsi al tavolo decisivo.

Al feature table c’è sempre stato il nostro Andrea Salomone che, però, è uscito quinto senza usufruire del deal a 4 chiuso per mettere fine alle ostilità pokeristiche dei Warriors of Liechtenstein, torneo organizzato da PkLive360 nel Grand Casino di Bendern, che ha totalizzato 901 entries per una prize pool da 291.780 Chf e una prima moneta da 58.430 Chf. E al primo posto è risultato proprio Kawasaki per 44.108 franchi seguito da Toska a 33.608 Chf e da Oliver Boyer per 32.458 e Marian Gadzaa quota 29.726 Chf.

E, come detto, il nostro azzurro è uscito in quinta piazza per 14.720 franchi e non ha potuto usufruire del deal che ha aumentato sensibilmente i premi del quarto e del terzo.

Peccato per Salamone che è stato eliminato da Kawasaki 10-3 a quadri contro K9s a picche e un Kappa sul flop con due quadri che non hanno poi trovato un’altra carta dello stesso seme eliminando il nostro player.

A 24 left c’era anche Alfonso perlino che ha chiuso in 22esima piazza per 1.845 Chf dopo aver lottato un po’.

Tornando a Salamone ha giocato un ottimo torneo partendo all’attacco coi range molto open ma non ha trovato nel colpo giusto subendo anche diversi raise e 3Bet che l’hanno spesso costretto al fold erodendo il proprio stack.

Andrea è sceso poi risalito poi si è incaponito su un colpo contro Kawasaki in cui ha chiamato tutte le linee di puntata del tedesco con K10 mentre l’oppio aveva K4. Un 4 al flop e un K al river gli fanno pagare un pot da 4,4 milioni.

Poi aveva pescato il colpo dal cilindro. Firaldo gli manda i resti diretti su un flop in cui ci sono 10 e 7 e Salamone ha J e 9 e chiude la scala al river. Risale molto bene nel count per poi perdere nuovamente alcuni colpi. Peccato ah dimostrato un grande gioco.

Il trofeo va a Kawasaki che continua a chiudersi dietro il suo nickname e ci dice: “Gioco molto spesso cash game ma voglio continuare giocare tornei e parteciperò a più tornei dal vivo. Gioco a Rozvadov, qui in Liechtenstein e in altre location ma preferisco rimanere anonimo dietro al nickname”. Veramente forte il winner anche se abbiamo scoperto un player molto chiuso nei range a dispetto di quello che si pensava nei Day precedenti.

Però in un siparietto che intercettiamo con Oliver Boyer che parlavano di una mano in cui apre Salamone con AX, manda tutto 3bet shovando Toska che aveva 8 milioni davanti. Boyer tanka e passa JJ e chiede a Kawasaki: “Io avrei chiamato sempre!”, dice il winner. Mentre Boyer spiega: “Avevo 11 milioni, se avesse mandato 3-4 milioni avrei chiamato anche se c’era Salamone che doveva ancora parlare”.

Torneo riuscitissimo grazie a tutto lo staff alla GC Poker room e PkLive360.

Ecco i premi del tavolo finale:

Kawasaki Chf 44.180*

Toska 33.608*

Oliver Boyer 32.458*

Mariijan Gadza 29.726*

Andrea Salamone 14.720

Robert Kurzmann 10.700

Firaldo 8.025

Sascha Verspermann 5.945

* deal

Share This