IPO888Poker Autumn Series: tutto pronto, oltre 200mila € garantiti overall dal 10 al 18 settembre!

IPO888Poker Autumn Series: tutto pronto, oltre 200mila € garantiti overall dal 10 al 18 settembre!

Dal 10 al 18 settembre oltre 200mila euro garantiti overall sul piatto per l’edizione autunnale dell’Italian Poker Open. In lobby sulla room online della “triple eight”, quindi, troverete già l’IPO888Poker Autumn Series 2023. 
Da un Main Event Mystery Bounty a eventi DeepStack e Progressive Knockout, saranno ben 54 i tornei in palinsesto, 6 al giorno per 9 giorni ricchissimi di action. 
L’Italian Poker Open attende di tornare a giocare dal vivo dopo i record di maggio al Casino di Sanremo. In programma dal 7 al 20 novembre, una tappa da mezzo milione di euro al Grand Casino di Bendern in Liechtenstein dove è stato già giocato un evento di successo vinto dal noto Grinder online Matteo Sarais. 

E a proposito di Grinder sono tanti i reg che non si perdono l’ottimo palinsesto di IPO888Poker online. 
La room che ha liquidità singola offre sempre un ottimo gioco e ormai per IPO offre sempre un festival vero e proprio tra varianti, Mystery Bounty, Pot Limit Omaha, Pro, 6 Max e anche Mystery Bounty Omaha!

Buy in per tutte tasche con il main event che alza l’asticella a 109 euro domenica 16 settembre. 
A dire il vero la spesa si alza anche a 125 euro di buy in per l’High Roller sempre nella formula Mystery Bounty con 8mila euro garantiti mentre il main si fissa a 30mila euro!
L’altro garantito di spicco è il 20mila euro Gtd dell’ipotesi 888 #2 Openint Event dal buy in di 109 euro in programma domenica 10 settembre alle ore 21!                                                                                                                                                              

LO SCHEDULE

DayDateTime .ITTour nameBuy-inGTD
SUN10.09.18:151.000€ IPO – 888 #01 Mystery Bounty Omaha8,8 €1.000 €
SUN10.09.18:301.500€ IPO – 888 Mystery Bounty 1111 €1.500 €
SUN10.09.19:306.000€ IPO – 888 Sunday Mystery Bounty 5555 €6.000 €
SUN10.09.21:0020.000€ IPO – 888 #02 Opening Event109 €20.000 €
SUN10.09.21:302.000€ IPO – 888 #03 Mini Opening Event33 €2.000 €
SUN10.09.22:303.000€ IPO – 888 Deepstack Turbo 5555 €3.000 €
MON11.09.18:301.500€ IPO – 888 Mystery Bounty 1111 €1.500 €
MON11.09.19:305.000€ IPO – 888 Mystery Bounty 5555 €5.000 €
MON11.09.21:007.000€ IPO – 888 #04 PKO 6-max109 €7.000 €
MON11.09.21:001.500€ IPO – 888 #05 Micro PKO 6-max11 €1.500 €
MON11.09.21:301.500€ IPO – 888 #06 Mini PKO 6-max33 €1.500 €
MON11.09.22:101.500€ IPO – 888 Mystery Bounty Deep Turbo 2222 €1.500 €
TUE12.09.18:301.500€ IPO – 888 Mystery Bounty 1111 €1.500 €
TUE12.09.19:305.000€ IPO – 888 Mystery Bounty 5555 €5.000 €
TUE12.09.21:007.000€ IPO – 888 #07 Deepstack Turbo109 €7.000 €
TUE12.09.21:001.500€ IPO – 888 #08 Micro Deepstack Turbo11 €1.500 €
TUE12.09.21:301.500€ IPO – 888 #09 Mini Deepstack Turbo33 €1.500 €
TUE12.09.22:101.500€ IPO – 888 Mystery Bounty Deep Turbo 2222 €1.500 €
WED13.09.18:301.500€ IPO – 888 Mystery Bounty 1111 €1.500 €
WED13.09.19:305.000€ IPO – 888 Mystery Bounty 5555 €5.000 €
WED13.09.21:007.000€ IPO – 888 #10 Mystery Bounty 6-max109 €7.000 €
WED13.09.21:001.500€ IPO – 888 #11 Micro Mystery Bounty 6-max11 €1.500 €
WED13.09.21:301.500€ IPO – 888 #12 Mini Mystery Bounty 6-max33 €1.500 €
WED13.09.22:101.500€ IPO – 888 Mystery Bounty Deep Turbo 2222 €1.500 €
THU14.09.18:301.500€ IPO – 888 Mystery Bounty 1111 €1.500 €
THU14.09.19:305.000€ IPO – 888 Mystery Bounty 5555 €5.000 €
THU14.09.21:007.000€ IPO – 888 #13 Super KO109 €7.000 €
THU14.09.21:001.500€ IPO – 888 #14 Micro Super KO11 €1.500 €
THU14.09.21:301.500€ IPO – 888 #15 Mini Super KO33 €1.500 €
THU14.09.22:101.500€ IPO – 888 Mystery Bounty Deep Turbo 2222 €1.500 €
FRI15.09.18:301.500€ IPO – 888 Mystery Bounty 1111 €1.500 €
FRI15.09.19:305.000€ IPO – 888 Mystery Bounty 5555 €5.000 €
FRI15.09.21:006.000€ IPO – 888 #16 6-max109 €6.000 €
FRI15.09.21:001.500€ IPO – 888 #17 Micro 6-max11 €1.500 €
FRI15.09.21:301.500€ IPO – 888 #18 Mini 6-max33 €1.500 €
FRI15.09.22:101.500€ IPO – 888 Mystery Bounty Deep Turbo 2222 €1.500 €
SAT16.09.18:301.500€ IPO – 888 Mystery Bounty 1111 €1.500 €
SAT16.09.19:305.000€ IPO – 888 Mystery Bounty 5555 €5.000 €
SAT16.09.21:006.000€ IPO – 888 #19 PKO109 €6.000 €
SAT16.09.21:001.500€ IPO – 888 #20 Micro PKO11 €1.500 €
SAT16.09.21:301.500€ IPO – 888 #21 Mini PKO33 €1.500 €
SAT16.09.22:101.500€ IPO – 888 Mystery Bounty Deep Turbo 2222 €1.500 €
SUN17.09.18:151.000€ IPO – 888 #22 Mystery Bounty Omaha8,8 €1.000 €
SUN17.09.18:301.500€ IPO – 888 Mystery Bounty 1111 €1.500 €
SUN17.09.19:306.000€ IPO – 888 Sunday Mystery Bounty 5555 €6.000 €
SUN17.09.21:0030.000€ IPO – 888 #23 Mystery Bounty Main Event109 €30.000 €
SUN17.09.21:303.000€ IPO – 888 #24 Mini Main Event33 €2.000 €
SUN17.09.22:303.000€ IPO – 888 Deepstack Turbo 5555 €3.000 €
MON18.09.18:301.500€ IPO – 888 Mystery Bounty 1111 €1.500 €
MON18.09.19:305.000€ IPO – 888 Mystery Bounty 5555 €5.000 €
MON18.09.21:008.000€ IPO – 888 #25 Mystery Bounty High Roller125 €8.000 €
MON18.09.21:001.500€ IPO – 888 #26 Mini Closing Event11 €1.500 €
MON18.09.21:303.000€ IPO – 888 #27 Closing Event33 €3.000 €
MON18.09.22:101.500€ IPO – 888 Mystery Bounty Deep Turbo 2222 €1.500 €

                                                                                                                   

Uttam e Donato al comando del sesto flight di IPO Sanremo 2023

Uttam e Donato al comando del sesto flight di IPO Sanremo 2023

Un’altra bella infornata di giocatori nel sesto flight disponibile qui all‘IPO Sanremo 2023, con il contatore delle entries che si ferma a 984 unità, poco meno di quanto fatto registrare ieri sera al Day1 E. Il torneo organizzato da PkLive360 e da Euro Rounders e TexApoker al casino di Sanremo continua a macinare numeri.

A mettere i gettoni in busta per ripresentarsi al Day2 sono stati 222, con Uttam Vo in testa alla truppa grazie alle 621.000 chip accumulate.

Su Hendonmob Uttam Vo può vantare circa 290mila dollari in vincite lorde nei tornei di poker dal vivo e anche quest’oggi ha dimostrato di saperci fare davvero nei tornei low buy-in.

A seguire con 576.000 chip troviamo Salvatore Donato, protagonista di un bel rush sul finale che lo ha proiettato nelle parti alte del count:

“È una delle prime volte che riesco a chiudere un Day1 così in alto” – racconta Salvatore – “anche se sono un veterano dei tornei live e qualche risultato in carriera sono riuscito a raggiungerlo, sia all’EPT che al PSPC delle Bahamas.

Oggi non sono partito benissimo ma con un po di pazienza il vento è cambiato e nel giro di quattro mani sono riuscito ad accumulare gran parte dello stack. Una giornata sicuramente positiva!”

Al terzo posto invece troviamo Bartolomeo Selvaggi, con 567.000 pezzi infilati dentro la busta: “Sono partito subito alla grande, poi dopo alcuni livelli ho perso un brutto colpo che mi ha dimezzato lo stack.

Nel corso del torneo però sono riuscito a risalire la china. È stato un torneo faticoso dal punto di vista fisico, sono piuttosto stanco ma soddisfatto per essere nelle prime posizioni, anche se quello che conta è arrivare primi martedì!”

Bartolomeo Selvaggi in azione al Day1 F dell’IPO

Gli altri qualificati

In grande spolvero, dopo che nei giorni precedenti la fortuna gli aveva voltato le spalle, troviamo finalmente Davide Nutarelli, 5° nel count a 461.000 chip.

Ottima prestazione anche per Alessandro Giordano, 22° a 305.000, mentre la sua compagna, Giada Fang, deve accontentarsi di 77.000 gettoni che allo start del Day2 corrispondono a circa 15 big blind.

Passano alla giornata successiva anche Davide Suriano. (277.000), Antonio Scalzi (254.000), Fares Shehadeh (237.000), Nicola Angelini (209.000), Giuseppe Ruocco (190.000), Pasquale Braco (174.000), Simone Andrian (131.000), Giuseppe Contursi (125.000) e Alessandro Pichierri (48.000).

Qui sotto la lista di tutti e 222 i qualificati al Day2

Unofficial chipcount

1 VO UTTAM 621.000

2 DONATO SALVATORE 576.000

3 BARTOLOMEO SELVAGGI 567.000

4 MAURIZIO CARNEVALE 470.000

5 DAVIDE NUTARELLI 461.000

6 EMIL ISAR MIHAI 431.000

7 OSCAR ROSSI 400.000

8 ROCCO CRISCIO 395.000

9 VITTORIO BEVILACQUA 371.000

10 MANUEL MIRANDO 370.000

11 ANTONIO CROCETTA 365.000

12 FRANCESCO ENRICO 360.000

13 FEDERICO CERQUA 359.000

14 MARINA MENDY 350.000

15 ANDREA PROIETTI 345.000

16 FRANCESCO FORTUNATO 328.000

17 RICCARDO SARANIERO 323.000

18 MIRCO ZACCAGNA 314.000

19 YU JINCHON 311.000

20 VINCENZO RUGGIERO 310.000

21 MARIO GIVICHELLI 310.000

22 ALESSANDRO GIORDANO 305.000

23 CRISTOFORO PASCALS 304.000

24 LEGE SAIED 301.000

25 TERRY NOUVIERE 296.000

26 ANDREA SAFTICH 295.000

27 GRAZIELLA LERDA 294.000

28 ANTONIO MITROTTA 291.000

29 LORENZO GAETA 291.000

30 FABRIZIO PELLEGRINO 290.000

31 ANTHONY MATRAY 286.000

32 DIEGO CASARINI 284.000

33 DAVIDE SURIANO 277.000

34 VINCENZO DIANA 276.000

35 ARISTIDIS THEODORIDIS 272.000

36 SIMONE ROSANO 270.000

37 MAT RISSEN 264.000

38 COSIMO DE GENNARO 262.000

39 CARLO CATELANI 259.000

40 CRISTIAN MARCHESANO 259.000

41 LEONARDO BURDINO 258.000

42 JEAN LOUIS SNATONI 257.000

43 CRISTIAN CAMPAN 256.000

44 ANTONIO SCALZI 254.000

45 MANUEL ZAZA 251.000

46 LIN XIANRUI 251.000

47 HU LULEI 250.000

48 ENRICO MAFFEI 250.000

49 VINCENZO PETRUZZIELLO 247.000

50 ROSARIO COCO 246.000

51 GIUSEPPE LEONE 244.000

52 SABRI MEDDEB 243.000

53 ANDREA ALLEGRETTI 242.000

54 VERONICA TUSCANO 241.000

55 ALEXANDER EWERT 238.000

56 FARES SHEHADEH 237.000

57 MASSIMO DI M. 233.000

58 MASSIMILIANO STARACE 233.000

59 EROS ROSSIO 232.000

60 SIMONE LOCATELLI 231.000

61 MARIO BAIETTA 229.000

62 GUIDO TRISTON 225.000

63 ALLAN N’GUYEN 224.000

64 DOMENICO CASCASI 221.000

65 GIANNI TOMBOLINI 220.000

66 ANTONIA MASTROLINBO 215.000

67 LUDOVICO FASSINA 214.000

68 ENEA GAMBAROTTA 211.000

69 NICOLA ANGELINI 209.000

70 VITTORIO LONDONI 208.000

71 STEFAN OPPRECHT 208.000

72 LORENZO SATTI 206.000

73 MAWICK CARSTEN 205.000

74 FABIO CERASA 205.000

75 EDOARDO LAURI 204.000

76 ANTONIO BALDO 202.000

77 GIANLUCA ROGGI 201.000

78 MAURO BASECCIU 200.000

79 MARCO SICILIANO 200.000

80 SAVERIO FLOTTA 199.000

81 ANDRO SCARPA 197.000

82 DIMITRIOS SOUROTIRI 193.000

83 CRISTIAN VIALI 191.000

84 MICHELE RINALDI 190.000

85 MARCANTONIO DE ROSA 190.000

86 GIUSEPPE RUOCCO 190.000

87 VINCENZO DE FALCO 190.000

88 SEBASTIANO TRECCARICHI 188.000

89 CARMELO BATTAGLIA 187.000

90 MOHAMED MAHSOUR HESHAM 187.000

91 ALAIN DOTTA 181.000

92 FERNANDO COIAZZO 180.000

93 HUGO BASIL 180.000

94 ANDRE GUEDY 177.000

95 PASQUALE BRACO 176.000

96 VAN DEN BULCKE 174.000

97 DAVIDE CICCARELLI 172.000

98 SEBASTIANO PRIUZZINI 172.000

99 GIORGIO SOCEANU 172.000

100 DOMENICO MAIUCCARI 170.000

101 RENATO MINICUCCI 170.000

102 GUIDO COPPOLA 168.000

103 LUCA NOGLIA 167.000

104 VINCENZO SURIANO 166.000

105 ROUDOLPHE GAUTHIER 166.000

106 KARIM MOUGHI 165.000

107 GIACOMINO DEL VECCHIO 164.000

108 GIOVANNI TRIPODI 163.000

109 FABIO EMILIOZZI 160.000

110 FABIO BIANCHI 159.000

111 SERGIO GIACOMO GROSSO 158.000

112 DOMENICO QUARANTINI 158.000

113 GENNARO NEVANO 157.000

114 ALEXANDER MOSER 157.000

115 BEN ESHET 156.000

116 SANDRO DI CESARE 156.000

117 PAOLO COLOMBINI 156.000

118 OSVALDO ZAPATA 153.000

119 WE XIANRUI 151.000

120 NICODEMO PICCOLO 150.000

121 STEFAN BITTGER 149.000

122 FEDERICO MARINO 146.000

123 ANTONIO PUCCIANELLO 145.000

124 MICHELE TOCCI 145.000

125 CRISTIAN PELLERO 145.000

126 ALESSIO ROSSI 144.000

127 CESARE RASO 143.000

128 SIMONE RAFFAELE MAGLIANELLA 142.000

129 AKEB MOHAMED 136.000

130 HANG HUY 134.000

131 PETER HORKA 134.000

132 FRANCESCO ROSAFIO 132.000

133 VIRGILIO DI CICCIO 132.000

134 THOMAS NIBAUDEAU 132.000

135 BARTOLOMEO TATO 131.000

136 SIMONE ADRIAN 131.000

137 DANIEL ROBOSCHI 131.000

138 VITTORIO TRUOSOLO 130.000

139 ILAN COHEN 130.000

140 PASQUALE FIORILLO 129.000

141 MICHEL MOTA 128.000

142 KASPARAS KLEZYS 128.000

143 PIERRE VERDURA 125.000

144 GIUSEPPE CONTURSI 125.000

145 MICHELE PASQUALE 123.000

146 MASSIMILIANO SAGAZIO 122.000

147 LUCA FALASCHI 121.000

148 KELLY HINI 121.000

149 FREDERIC BLE HAUT 120.000

150 MAURIZIO DE FEUDIS 119.000

151 FEDERICO GIAI BUDISSAR 118.000

152 GIUSEPPE MONTELLA 118.000

153 BOGDAN PETRE IONESCU 116.000

154 ANTONIO MONDELLI 114.000

155 VITO DE MELLO 114.000

156 DOMINIQUE TERZIAN 113.000

157 DANILO CISTERNINO 113.000

158 KEVIN FERBLANTIER 112.000

159 MASSIMILIANO BERTOLAZZI 111.000

160 NICOLAS TAREBNBERQUE 111.000

161 IGNAZIO D’ANGELO 110.000

162 MASSIMILIANO LUCCHETTI 109.000

163 GABRIELE CAPPIELLO 107.000

164 ANDREA BATTAGLIA 106.000

165 LUIGI PALUMA 106.000

166 PAULO CASTELO 105.000

167 MARCO CIPRIANI 105.000

168 ROBERTO FABRIZI 104.000

169 LUIGI DE VIVO 104.000

170 ANTONIO AQUILA 103.000

171 ARTUR LA CROIX 102.000

172 MARTIAL MARQUIER 102.000

173 ANTONIO OLIVA 101.000

174 LUCIANO LONGHITANO 99.000

175 MASSIMO CENTOLA 98.000

176 GIOVANNI PETRONI 97.000

177 AMEDEO NOCE 97.000

178 ALEXANDRE RABIE 94.000

179 GIANPAOLO MARCHESI 91.000

180 DIEGO DUMA 90.000

181 PIERLUIGI MOLINARI 90.000

182 JACQUES BENCHETON 85.000

183 IGOR AFANASYEV 85.000

184 HASSAN EL MAURI 84.000

185 LAURENTIU FLORIN DURLINTRU 84.000

186 GAUYACQ GILLES 81.000

187 DANIJEL TATAROVIC 80.000

188 CALUM KEAY 79.000

189 FAUSTO SORETTI 79.000

190 ANGELO DI GIULIO 78.000

191 LEANDRO BORGI 78.000

192 ALESSANDRO CRERENA 77.000

193 GIADA FANG 77.000

194 GIOVANNI BATTISTA 76.000

195 VITO GUGLIELMI 76.000

196 GIUSEPPE LAURENZANO 75.000

197 FIORINDA SENA 75.000

198 ALESSIO LOI 75.000

199 GIUSEPPE PONZIO 74.000

200 MALIK BENHADDOU 73.000

201 ALEX BAGAGLIA 66.000

202 FRANCESCO GELLI 65.000

203 PAOLO NUTTINI 62.000

204 MICHAL MPARES 60.000

205 LIPARULO MATTEO 58.000

206 UMBERTO SORRENTINO 56.000

207 ROBERTO RAMONE 55.000

208 GIANLUCA GALLO 55.000

209 CEDRIC CHEVAINE 50.000

210 ANDREA CAPANNOLI 49.000

211 VALTER CUGNOD 49.000

212 ALESSANDRO PICHIERRI 48.000

213 JEAN CLAUDE ESPALLANGAS 46.000

214 GIACOMO RADDI 44.000

215 CARMINE SASSO 43.000

216 OLIVER BRADDOK 40.000

217 ALESSANDRO CENCIARINI 40.000

218 ENRICO MOSCA 36.000

219 MANSOURI MANSOURI 36.000

220 MASSIMO BERI 31.000

221 ENRICO CHIUMETTO 31.000

222 FABIO SALVADOR 26.000

*Ricordiamo che il chipcount non è ufficiale, in quanto riportato da dichiarazioni verbali dei giocatori.

Road to IPO, Fabio Coda: “A Sanremo a caccia del back to back”

Road to IPO, Fabio Coda: “A Sanremo a caccia del back to back”

Continuiamo lungo la “Road to 🇮🇹 IPO” e la serie di interviste ai personaggi che compongono la storia di questo evento. Oggi è la volta di Fabio Coda, vincitore dell’ultima edizione del torneo tenutasi lo scorso gennaio nella Serenissima 🇸🇲 Repubblica di San Marino. Siamo qui con lui per farci raccontare quella settimana ✨️ magica e scoprire quale impatto ha avuto nella sua vita.

E.R.: Ancora congratulazioni Fabio, una grande ✌️ vittoria; quando hai iniziato a pensare di poter vincere? Quando hai detto a te stesso: “questo 🇮🇹 IPO lo vinco io”? È un risultato che avresti immaginato prima di toccare con mano la possibilità di realizzarlo? Parlaci del torneo

F.C.: Mi chiedi se ho mmaginato il risultato prima? Sì, davvero ci speravo. Ho sparato due 🔫 bullets a vuoto ma non ho perso di vista l’obbiettivo e ho provato una terza volta. Ho giocato l’ultimo Day1, quello Speed, e sono riuscito a imbustare 23 blinds per giocarmi le mie chances al Day2. La seconda giornata è stata abbastanza facile dopo la mano in cui con TT ho messo i resti preflop proprio contro un mio amico, il quale, sfortunatamente per lui, ha gli assi maledetti. Un 10 al turn e oggi state intervistando me piuttosto che un’altra persona. Parlando invece del momento in cui ho capito di poter vincere, quando ho sentito dentro di me che fosse sufficiente allungare ancora un poco la mano per toccare quel trofeo, lo ricordo perfettamente: durante l’unofficial FT, ho fatto una chiamata al river contro Vasil con una mano davvero marginale, ho trovato bluff. Ho vinto il pot che era di circa 30 milioni e ho potuto presentarmi al FT televisivo da chipleader. Chiamata che credevo andasse fatta, anche se, nel caso di errore sarei stato fuori e addio sogni di gloria.

Il passo successivo è stato il 👥️ testa a testa contro Armando D’Avanzo, con cui nei giorni precedenti ho creato un bel rapporto.

E.r.: Parlaci delle emozioni della prima ora e di cosa hai fatto successivamente al 🏆 trionfo. Se non siamo indiscreti, dicci un po’ cosa si fa quando il giorno dopo si aprono gli occhi e si hanno €200.000 in più del giorno prima…

F.C.: Una grande emozione. Ho pianto. È stato un sovrapporsi di tanti fattori. In primis la sensazione di riscatto e rivincita contro la mia famiglia che da tempo mi invitava a cambiare strada. Un mio caro amico è morto poco prima del torneo, il mio pensiero nel momento più felice è andato a lui. Un’esplosione di emozioni fortissime, la commozione ha prevalso e mi sono lasciato andare a lacrime liberatorie.

Ho comprato 🏠 casa, ora la sto ristrutturando e ho ordinato dei mobili; conto di riuscire a trasferirmici a maggio. Lo sfizio 🚗 dell’automobile nuova credo sia un must per tutti e ovviamente ho destinato una parte all’allargamento del 💶 bankroll.

⤵️ Segue

E.R.: Il presente di Fabio ora ci è chiaro. Facciamo un passo indietro. Quale è stato il tuo approccio al poker, da quanto giochi e visto che siamo in tema, qual è il tuo rapporto con 🇮🇹 IPO, ( anche se adesso sarebbe troppo facile per te dire che lo ami, visto che lo hai scippato ) ?

F.C.: Gioco da 16 anni e come tanti miei coetanei ho iniziato con l’online. Giocavo insieme agli amici in un famosa piattaforma .IT, dove, grazie ai sit&go da €0,50 e gli MTT da €1, riuscivamo a ragrannellare i soldi per andare a mangiare la 🍕 pizza e comprarci 🚬 le sigarette. Riflettendo sulla cosa e sulla possibilità di trasformarlo in un vero e proprio lavoro, ho iniziato a studiare e a giocare più seriamente e per cifre sempre più importanti. In questi 16 anni però non ho solo giocato: c’è stata una finestra di 6 anni dove ho lavorato come carrozziere. Solo dopo aver costruito solidamente un bankroll e le skills per mantenerlo e guadagnare ho lasciato l’officina per dedicarmi esclusivamente al poker. A oggi gioco come professionista, prevalentemente online, da sei anni. Il 2018 è stato il mio anno migliore, ho portato a casa tantissime bandierine e importi considerevoli, è stata davvero la spinta che mi ha permesso di iniziare queato capitolo della mia vita. Nel 2019 mi sono difeso ma già il 2020 è stato più difficile e la pandemia che da un lato escludeva il LIVE ha portato orde di giocatori a modificare l’equilibrio che avevo trovato in rete. Per tanti è stato l’anno in cui si sono registrati i maggiori incassi, 🤷🏻‍♂️ per me il contrario. Ho iniziato a riprendermi nel 2021 e attraverso questi ultimi due anni sono arrivato al mio appuntamento con il destino.

🇮🇹 IPO era già uno dei miei tornei preferiti, oltretutto a Torino è sempre stato pubblicizzato tantissimo da uno storico floorman e quindi giocarlo e vincerlo è nel sogno collettivo dei giocatori piemontesi. Oltretutto adesso con Andrea alla guida è davvero un motivo di orgoglio per la città ( Andrea Rocci, torinese, N.D.A.). Ho giocato tantissimi 🇮🇹 IPO e ho fatto ben tre ITM tutti a 🇸🇲 San Marino: questo è il momento di mettere a segno anche a Sanremo. 🤣 Magari vincerlo.

E.R.: Alla caccia del 🔙 Back to Back Fabio? È questo che vorresti per il prossimo 🇮🇹 IPO? Cosa ti aspetti per te e come ti aspetti questa nuova edizione 1 Milione Garantito al Casinò di Sanremo?

F.C.: 💰 Altri soldi. Scherzavo. No, non mi aspetto di vincerlo. Lo giocherò al meglio delle mie possibilità e cercando di portare a casa l’ennesimo risultato utile. Ho letto l’intervista ad Andrea ( https://www.eurorounders.com/post/road-to-ipo-andrea-rocci-sanremo ) , tra l’altro mio vicino di casa, e sono contento che non stia pensando all’economia dell’evento o a battere l’incredibile record dell’anno passato. È tempo di qualità: i numeri sono importanti ma non dovrebbero essere la priorità di nessuna organizzazione. Il giocatore vuole una location adeguata, una schedule funzionale, uno staff preparato e una cura dei dettagli capace di metterlo al centro dell’evento stesso. Questo mi aspetto a Sanremo.

E.R.: Ultime battute: Fabio Coda nel futuro. Da domani e ciò che è già pianificato fino ai sogni per il domani.

F.C.: Ho pianificato due eventi live entrambi a Sanremo, ovviamente 🇮🇹 IPO e successivamente 🌏 WPT Prime.

Conto di terminare i lavori in casa di cui parlavo e poi pensare alle vacanze estive. Nel breve periodo continuerò a giocare online e occuparmi della squadra di ragazzi a cui offro Stacking e Coaching. Per il futuro mi auguro di avere ancora dei grossi risultati che mi permettano in pochi anni di abbandonare il poker professionistico, vorrei trasformarlo in un semplice intrattenimento e così godermelo di più. Nel frattempo vorrei avviare un’attività familiare e creare così un futuro stabile per tutti quelli che mi circondano.

Alessandro Galietta, Road to IPO: ‘L’impegno al 101% dello staff per un grande evento a Sanremo!’

Alessandro Galietta, Road to IPO: ‘L’impegno al 101% dello staff per un grande evento a Sanremo!’

Siamo prossimi ad iniziare il conto alla rovescia che ci porterà alla prossima edizione di 🇮🇹 IPO in scena a Sanremo a partire dal 30 aprile.

Continuiamo quindi la nostra serie di interviste per entrare nel clima evento e cercare di ottenere qualche retroscena dagli 🧑‍🔧 addetti ai lavori o da noti giocatori.

Oggi è la volta di Alessandro Galietta, l’Alessandro del poker nazionale: abbiamo rivolto qualche domanda all’ingegnere elettronico campano che, ormai da dodici anni, fa del ♠️ poker nello specifico, ma del mondo di gaming e 🎰 betting in generale, il suo business principale.

E.R.: 🎲 Poliedrico e impegnatissimo, all’interno dell’universo gioco ti occupi praticamente di tutto: chi ti segue un poco sui social pensa che tu abbia le giornate da 50 ore! Chiariscici un poco le idee…

A.G.: Effettivamente mi sto occupando come sempre di tantissime cose, a partire dalla rete commerciale di betting che gestisco dalla mia Battipaglia. Insieme al mio staff organizziamo eventi di Casinò Show Live, rimango attivo come Floorman in eventi internazionali, prosegup la collaborazione stretta con la sala Eurotex di Salerno, non manco di essere il riferimento staff degli eventi di ♣️ Euro Rounders e in ultimo ma non ultimo, perché è la mia grande passione, lascio sempre posto alla didattica: la preparazione del personale e l’insegnamento oltre che alla studio dei regolamenti e dei loro meccanismi, sono attività che mi appagano parecchio. Non solo lavoro però; dedico tanto tempo alla famiglia e ne ritaglio anche per l’impegno civico sul mio territorio al quale sono molto legato.

E.R.: Incredibile e invidiabile. Veniamo al vero tema di questa intervista. Alessandro e 🇮🇹 IPO: a quante edizioni hai partecipato? Quali mansioni hai ricoperto? Qual è il tuo rapporto con questo evento?

A.G.: Ne ho fatti tanti, sinceramente non riuscirei a contarli, ma di certo ricordo il primo, 🇮🇹 IPO14 nell’aprile del 2014, oltretutto il mio primo evento nelle vesti di floorman in un casinò; per questo ho un rapporto davvero speciale con questo brand. Ho sempre ricoperto questo ruolo, eccezion fatta per le tappe a San Marino dove ho avuto e ho anche il compito di coordinare lo staff. Tante edizioni e tante location. Spero di farne tante altre perché trovo 🇮🇹 IPO uno degli eventi più belli, mi emoziona e mi da veramente delle scariche di adrenalina. Sempre impegnativo, sempre complesso ma sempre altamente partecipato e sentito.

E.R.: La tua partecipazione costante alle varie edizioni e nelle varie case da gioco che hanno ospitato 🇮🇹 IPO è ormai una costante: sia giocatori che dealer sono siempre lieti di vederti e rassicurati dalla tua presenza. Raccontaci un fatto divertente o un retroscena di una tappa.

A.G.: Torniamo a 🇮🇹 IPO14, come dicevo il mio primo evento da floorman al casinò. Ricordo che ero emozionatissimo, non riuscivo a credere alla convocazione e non mi spiegavo cosa l’organizzazione avesse visto in me per chiedermi di ricoprire un ruolo così importante. La mia preoccupazione dunque era quella di fare il “figurone”, come si suol dire, e ho comprato per l’occasione un 👔 abito nuovo e delle bellissime 👞 scarpe nuove. Non avevo proprio idea della quantità di chilometri che si potessero macinare durante un torneo di simile portata, potete immaginare cosa significhi percorrerli con calzature dure e nuove. 🤣 Pessima scelta, oggi ricordo il mio più grande errore “professionale”con una risata e con nostalgia.

E.R.: 9️⃣ anni dopo il tuo primo 🇮🇹 IPO e la tua divertente vicenda, siamo prossimi ad un nuovo capitolo della saga con un edizione dal montepremi garantito di un milione di euro, nella ridente cittadina della riviere ligure.

Cosa dobbiamo aspettarci da questo 🇮🇹 IPO Sanremo? Tu invece come ti stai preparando?

A.G.: Cosa aspettarci? Sicuramente il pubblico delle grandi occasioni ma questo lo sappiamo tutti e lo sa soprattutto il casinò di Sanremo che, a quanto si dice tra noi “autorizzati”, si sta preparando con molto impegno e molta cura dei dettagli. Venire incontro alle esigenze di una così grande massa di giocatori è complicatissimo e con questa consapevolezza si stanno preparando in modo molto minuzioso: quindi ciò che c’è da aspettarsi è un profondo impegno da parte in primis dello staff che darà il suo 101% e ovviamente da parte di tutti gli ingranaggi del casinò.

Per quanto mi riguarda invece sto trascorrendo delle giornate in famiglia e sto mettendo in ordine le piccole grandi faccende di lavoro. Procedo sempre in questo modo prima di partire per lavoro, in modo da poter successivamente dedicare tutta la mia concentrazione all’evento senza avere preoccupazioni di altro genere.

Andrea Rocci, Ceo PkLive360, Road to IPO Sanremo: ‘Sarà un grande torneo e sempre più internazionale!’

Andrea Rocci, Ceo PkLive360, Road to IPO Sanremo: ‘Sarà un grande torneo e sempre più internazionale!’

IPO Sanremo, ci siamo. Meno di due settimane al torneo da 1 milione di euro garantito con l’organizzazione PkLive360 e con la collaborazione Euro Rounders al Casino di Sanremo, ovvio. L’attesa sale e dal 30 aprile al 9 maggio tanto poker per eleggere l’ennesimo winner di un evento di riferimento per la storia del nostro hold’em. 
A fare gli onori di casa ci sarà, ovviamente, Andrea Rocci, ceo di Ems e titolare del brand IPO e anche EPO, European Poker Open, che prima o poi prenderà vita (Covid maledetto!). 

Partiamo dal principio: com’è arrivato a occuparsi di Poker? E’ stata la passione che la lega a questo gioco o un’occasione per diverisificare i suoi business? “Sicuramente passione, ho sempre amato il poker e in generale il gioco. Come tanti, come tutti coloro che stanno leggendo, ho vissuto IPO da giocatore, ecco perché dico che il mio percorso è iniziato per amore, e ancora oggi, dopo quattro anni e una decina di edizioni dall’inizio dell’avventura, sento una profonda responsabilità: non vivo IPO come qualcosa di mio, ma come qualcosa che appartiene al patrimonio pokeristico italiano e di cui io sono attualmente l’umile custode. Quattro anni in cui, nonostante i lockdown e i problemi causati dal Covid, IPO ha polverizzato ogni record, contro il suo stesso passato e contro qualunque altro torneo tenuto nella penisola, nell’intera storia del Poker. Da un impegno che inizialmente avrei voluto di tipo marginale, mi sono trovato completamente immerso e oggi l’organizzazione dell’evento mi assorbe completamente. La mission è cambiata cammin facendo, ma ne sono sono felice e orgoglioso”.

Arriva una tra le tappe più attese dell’anno, quella da un milione garantito a Sanremo. Cosa ci dobbiamo aspettare? “Il precedente IPO Sanremo, quello che si è tenuto l’anno scorso, è stato quello dei record, non verrà mai scordato: con oltre 3800 entries è una pietra miliare del poker italiano, anzi europeo. Non mi voglio nascondere, ci sono state anche alcune problematiche a riguardo, ma io credo sia naturale quando i numeri vanno incredibilmente al di sopra delle aspettative. Purtroppo molti giocatori non hanno trovato possibilità di giocare perché si è giunti presto alla capienza massima, alcuni eventi laterali sono stati cancellati e lo staff è andato in alcuni momenti in difficoltà. Se la storia si scrivesse senza sacrifici, senza difficoltà e senza intoppi la potrebbero scrivere tutti. Quest’anno faremo un grande IPO, non so se ci avvicineremo al risultato precedente, ma non è l’economia che ci preoccupa. Abbiamo pensato soprattutto alla logistica: uno schedule molto più attento al Main Event, più leggero, senza troppi accavallamenti di orari tra side e main, uno staff più numeroso e tutta una serie di accorgimenti tecnici che dovrebbero snellire il peso di qualunque tipo di partecipazione ed esigenza. Fin dall’inizio, EMS si avvale della collaborazione di Euro Rounders per la promozione di IPO. Reputo questa compagnia una delle migliori, se non la migliore, del continente nella preparazione e promozione dei grandi eventi. Ripeto: sarà un grande IPO e come sempre ci sarà un grande richiamo mediatico attorno ad esso”.

Indubbiamente IPO è un torneo di grande richiamo, tante le testate, i siti e i blog dell’industria mediatica pokeristica che si concentrano nel parlare di questo evento. Un IPO non passa mai inosservato. Come si vive questo aspetto dalla posizione dell’organizzatore? “Ho già accennato al senso di responsabilità che ne deriva. Lo stress è tanto, si arriva al nervosismo, si sa di essere sotto i riflettori e spesso si commette qualche errore. Abbiamo detto che mi trovo qui per passione, questa passionalità la vivo a 360°. Quello per cui vorrei essere ricordato, quello che credo si dovrebbe mettere davvero in risalto, è avere reso un torneo italiano, che aveva un’unica casa, rodata e organizzata per la gestione dell’evento, un torneo internazionale, con la “I maiuscola”. In questi quattro anni abbiamo portato IPO in Slovenia, in Liechtenstein e a San Marino oltre che nella nostra Italia con la location che sta per ospitarci nuovamente. L’interfaccia tra l’organizzazione esterna e le differenze tecniche, logistiche, legislative e tutto il resto che può venirci in mente, quando entriamo in una location, fanno in modo che un marchio itinerante sia molto più impegnativo di un marchio ‘casalingo’”.

Evidentemente l’italian Poker Open è cresciuto negli ultimi anni, come dicevamo nonostante pandemia e la controtendenza di altri importanti brand. Sono cresciuti i numeri, è divenuto internazionale, tutti i media si trovano a doverne parlare. Ma allora è finito? Non c’è ulteriore margine di crescita? Esistono un progetto futuro e nuove mete da raggiungere? “”IPO non si ferma, la storia la scriviamo giorno per giorno. Ora il nostro futuro, per quanto possa essere vicino è IPO a Sanremo: il milione di euro garantito non si prende mai sotto gamba, è sempre una sfida. Dopo Sanremo, la mattina del giorno successivo alla chiusura dell’evento, ci sveglieremo e prepareremo la pagina successiva. Entro la fine di maggio annunceremo la nuova tappa. Non posso dare anticipazioni, ma presto la rosa delle location e dei paesi toccati da IPO potrebbe aumentare. Ora la nostra attenzione massima è su Sanremo, insieme ad Euro Rounders e Texapoker stiamo lavorando quotidianamente per prepararci ad un grande evento dal respiro internazionale”, ha concluso Rocci.